Un mondo da mangiare III edizione: “Un mondo da mangiare…scoprire, raccontare”

Nell’anno scolastico 2016-2017 abbiamo avviato presso l’I.C. Capozzi-sede Scuola Primaria Andra Baldi,  un lavoro didattico con le classi prime e seconde, che partendo dai cibi di stagione e l’importanza di un’alimentazione attenta ai cicli stagionali sia dal punto di vista nutritivo che ambientale, individua alcuni frutti o verdure “migranti”, che sono divenuti nel tempo parte importante della Cultura Gastronomica italiana o lo stanno divenendo.

I bambini hanno ricercato e suddiviso frutta e verdure secondo le stagioni, attaccandone i disegni sui quattro cartelloni (inverno, primavera, estate, autunno) corredati da brevi informazioni sui principi nutritivi dei cibi e sugli effetti benefici sulla salute. La seconda fase, “i cibi migranti”, intraprende un viaggio alla scoperta dei paesi d’origine della frutta e verdura che abitualmente mangiamo e che spesso vengono da tempi e paesi molto lontani ma che sono entrate nella tradizione agricola e alimentare del nostro paese, oppure pur provenendo ancora dall’estero, sono cibi ormai abituali e facilmente reperibili. Grazie all’aiuto di un mappamondo e di planisferi “muti” i bambini posizioneranno i simboli/disegni della frutta e verdura sopra il paese d’origine, segnando il viaggio più o meno lungo fatto per arrivare in Italia. Attraverso immagini, schede sintetiche, disegni raccoglieremo informazioni sui paesi d’origine.

Terza fase: “Cibi da favola”. Il laboratorio “teatrale” con la recita/racconto della “Viaggio di Chuma: il pomodoro migrante, [favola inedita che l’Associazione propone come racconto animato da fare insieme ai bambini] introduce l’ultima parte del progetto che prevede il coinvolgimento delle famiglie (in contemporanea al lavoro in classe) nella ricerca o invenzione di favole e raccolta di ricette che abbiano per argomento i cibi studiati, corredati dai disegni sul tema, in classe si condivideranno i dati raccolti e si procederà alla verifica e valutazione dell’esperienza.

Il materiale raccolto formerà un piccolo libro contenente gli argomenti trattati “Un mondo da mangiare, scoprire, raccontare” che sarà regalato ai bambini alla fine dell’anno scolastico, insieme all’attestato di partecipazione e al Premio Dario Simonetti, consistente sempre nella fornitura di materiale didattico alla scuola.

Il progetto MDM 2016-2017,  si sofferma sul tema, molto caro a Dario, dell’importanza di mangiare prodotti di stagione, per il grande valore nutrizionale innanzitutto ma anche di salvaguardia e rispetto per l’ambiente; vuole poi stimolare la conoscenza di quello che mangiamo e l’origine spesso lontana, sottolineandone, partendo dall’alimentazione, l’aspetto interculturale che da sempre pervade e dà impulso alla nostra società; infine, coinvolgendo le famiglie, approfondire la conoscenza da parte dei bambini di prima e seconda elementare dei cibi da un altro punto di vista, attraverso uno strumento e un linguaggio ad essi abituale e caro come quello delle favole.